Cambuse Critiche estate 2016

Ciao!!!
Siamo la pattuglia di CAMBUSE CRITICHE PIEMONTE. Nel caso in cui tu non conosca questo progetto ti invitiamo ad andare sul sito internet (http://www.cambusecritiche.org/); nel caso in cui, invece, conosci già quello che facciamo e soprattutto perchè lo facciamo, dedica qualche minuto per leggere questa mail.
Eccoci finalmente qui con il nuovo listino 2016. Stiamo avendo qualche difficoltà nel caricare i prodotti sul sito come lo scorso anno. Per riuscire a far partire questo importante progetto anche quest’anno, abbiamo pensato di cambiare le modalità.

A differenza dello scorso anno dovrete semplicemente, se interessati, compilare il LISTINO CC che trovate in allegato e rimandarcelo entro i limiti di tempo. Di seguito sono sintetizzate alcune informazioni importanti:

  • L’ultimo giorno per ordinare sarà VENERDI 17 GIUGNO
  • Sarà possibile ritirare il cibo a partire da MERCOLEDI’ 13 LUGLIO a GIOVEDI 28 LUGLIO compresi, presso la cooperativa scaut di torino, nei giorni mercoledì e giovedì dalle 10 alle 14. Rimane che per particolari esigenze è possibile concordare il ritiro in giorni e orari differenti contattando la cooperativa.
  • Il pagamento fortemente consigliato è tramite bonifico, ma per maggiori dettagli vi scriveremo più avanti.

Non sappiamo bene se e quando riusciremo a risolvere i problemi che ci impediscono di caricare i prodotti sul sito. Vi preghiamo quindi di dare massima diffusione a questa mail in modo tale che tutti gli interessati ( e magari anche quelli che non sanno ancora di essere interessati:)  ) abbiano accesso al listino ed eventualmente fare l’ordine.

Per qualsiasi dubbio o richiesta vi preghiamo di scriverci, siamo a vostra disposizione.

Di seguito due consigli in preparazione dei vostri campi!:)

DUE CONSIGLI PER RISPARMIARE Il risparmio non può certamente essere alla base di una scelta di sostenibilità ed è sicuramente la prima perplessità che incontriamo quando ci interroghiamo rispetto all’argomento, ma con piccoli trucchetti e attenzioni questa scelta potrà economicamente stupirvi!

Autoproduzione: Non è solo un modo per risparmiare, ma è anche uno strumento di educazione e formazione. I vostri ragazzi impareranno a fare marmellate, creme di nocciola/cioccolato, pesto genovese, sapone di marsiglia…!

 I cambusieri delle V.D.B. potranno preparare un sacco di squisitezze (come torte, granite, frullati, biscotti…), che abbatteranno i costi e che daranno un esempio di merenda sana e gustosa.

Menù equilibrato e semplice: Abbiamo inserito proteine tutti i giorni (che spesso rappresentano il maggior costo), consapevoli del fatto che non esistano solo proteine di origine animale (carne, pesce, uova, prodotti lattei). Abbiamo evitato soprattutto quei prodotti carnei di scarso valore nutrizionale (pancetta, mortadella e wurstel) e sconsigliati per l’alto contenuto di nitriti e nitrati (conservanti) o per un alto contenuto di sale (come prosciutto), che certamente non porta, a lungo andare, all’assunzione di stili alimentari sani. Le fonti proteiche alternative sono i legumi (lenticchie, fagioli, ceci), soia, germogli di legumi e cereali, mandorle, semi di girasole e molto altro… Anche se in quantità minori, in realtà in quasi tutti gli alimenti è sempre presente un minimo contenuto proteico, che a fine giornata si somma, raggiungendo facilmente il fabbisogno proteico giornaliero.

 Importante è non usare alimenti già pronti (insalatine già pronte, conserve di verdure, bastoncini di pesce…): un modo sano ed etico di acquistare, perché evita sprechi di energia e utilizzo di sostanze conservanti. Inoltre, si paga manodopera in meno, una manodopera che spesso non viene retribuita quanto merita e che, se si sceglie di pagare, è bene farlo senza avere la pretesa di pagarla poco o niente.

 Asta dei genitori: Molti gruppi già lo fanno! Si torna dal campo con qualcosa di avanzato, soprattutto prodotti a lunga conservazione e invece di lasciarli dimenticati in una sede umida e caotica si può rivendere al genitore. I genitori comprano gli avanzi molto più volentieri se sanno che non è cibo scadente, ma anzi, di grande qualità!

DOVE ACQUISTARE PER I CAMPI Ci teniamo a sottolineare che il nostro compito più importante non è vendere alimenti per i campi estivi, ma informare, educare i ragazzi e aiutare i cambusieri ed i capi che decidono di fare questa scelta.

– Comprare i prodotti a lunga conservazione in pacchi grandi o sfusi. Consigliamo di visitare il “Negozio Leggero”http://www.negozioleggero.it/, che vende prodotti sfusi ed i cui fornitori rispondono a diversi criteri di sostenibilità.

– Conoscere i Gruppi d’Acquisto Solidale (G.A.S.) più vicini alla nostra città! Cercatelo cliccando sul link:  http://www.retegas.org/index.php?module=pagesetter&tid=3

– Comprare prodotti freschi, caseari e carnei nei luoghi in cui andate a fare i campi. Perché riempirci le macchine di cibi che si conservano poco e che possiamo trovare prodotti a due passi dal nostro campo? Sicuramente è di fondamentale importanza un buon sopralluogo e dei buoni contatti! E’  un ottimo modo di far girare l’economia dei posti sperduti nei quali andiamo, luoghi senza i quali non potremmo fare ciò che facciamo!

SCEGLI, NON FARTI SCEGLIERE La difficoltà più grande nel decidere di fare acquisti sostenibili è: CAMBIARE LE ABITUDINI NEL MODO DI FARE LA SPESA. Per quanto possa sembrare difficile da credere, dopo un po’ di tempo, ci si accorge che economicamente non ci sono grandi differenze (sia nel quotidiano che ai campi). Il vero cambiamento consiste nel SCEGLIERE cosa comprare e NON FARSI SCEGLIERE. Durante la fase di cambiamento, è importante non farsi scoraggiare dal fatto che il nuovo modo di acquistare possa non risultare, al primo sguardo, il più economico: si tratta di superare la mentalità consumistica che ci spinge a comprare ciò che non serve (e che ci viene fatto credere essenziale), impedendoci di leggere quelli che sono i meccanismi alla base dei sistemi di produzione della maggior parte dei prodotti che siamo abituati a comprare e che di certo non sostengono circuiti virtuosi. Fatto il primo passo, resettati su un altro modo di comprare, ci si rende conto che la sostenibilità non è al di sopra delle nostre possibilità.Ricordate: non si può cambiare dalla sera alla mattina, è un processo lento, è  fondamentale metabolizzare e rielaborare le nuove azioni apprese e renderle le proprie scelte.

PRODOTTI CHE NON MERITANO ECCEZIONI Crediamo che alcuni prodotti meritino un’attenzione particolare: si tratta di CAFFE’, THE’, CIOCCOLATO, FRUTTI TROPICALI (banane, ananas), OLIO DI PALMA e DI COCCO e ZUCCHERO DI CANNA. Questi prodotti sono prodotti nel Sud del Mondo, in condizioni di sfruttamento di persone (violenza, abuso, sopruso). Proprio per questo motivo, è necessario porre la massima attenzione all’acquisto di questi alimenti: è possibile ridurne l’acquisto (in un’ottica di Km0) e comprarli solo se provenienti da CommercioEquoSolidale (unica garanzia che abbiamo per tutelare i lavoratori coinvolti nella produzione). Tutto questo ci permette non solo di tutelare i lavoratori e le loro famiglie, ma soprattutto di non passare dalla parte dei carnefici.

Come pattuglia, siamo disponibili a fornire altre informazioni o chiarire dubbi in merito a quanto esplicitato. Siamo inoltre disponibili a intraprendere percorsi di approfondimenti tematici con Comunità Capi e Clan interessati (e, perchè no, anche branca E/G e L/C).

Cogliamo l’occasione per ringraziare la Cooperativa Scaut Piemonte che ogni anno presta il suo impegno e le sue energie, permettendo la realizzazione di questo servizio!

CHI COMPRA, VOTA!

A presto!

No Replies to "Cambuse Critiche estate 2016"

    I commenti sono moderati.
    La moderazione potrà avvenire in orario di ufficio dal lunedì al venerdì.
    La moderazione non è immediata.
    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: