Formazione Capi

I bambini, i ragazzi e i giovani hanno il diritto di essere educati da adulti che abbiano compiuto scelte solide ed acquisito adeguate competenze. L’AGESCI contribuisce alla tutela di questo diritto con la proposta ai propri soci adulti di percorsi formativi vissuti in una dimensione di formazione permanente e finalizzati al perseguimento delle caratteristiche del profilo del capo.

Incaricati regionali

Valentina Monticone – focaf@piemonte.agesci.it

 

Incaricato maschile – vacante

 

Per contattare entrambi gli incaricati: foca@piemonte.agesci.it

Compiti della Fo.Ca.

Se ti stai domandando “Sì, ma di preciso cosa fa la Formazione Capi?”, ecco quanto riporta il Regolamento AGESCI:

Art. 25 – Incaricati alla Formazione Capi

Gli Incaricati alla Formazione Capi hanno il compito, nell’ambito del collegio, di:

a. curare, assieme agli Incaricati alle Branche e agli Incaricati al Coordinamento Metodologico, la diffusione della riflessione pedagogica e metodologica negli eventi di Formazione Capi contribuendo a definire obiettivi, modalità di monitoraggio e verifica della qualità della formazione al metodo;

b. coordinare le attività di formazione dei soci adulti, nei rispettivi ambiti di competenza, previste dallo Statuto e dal presente Regolamento ed istruire altri argomenti in materia di formazione dei soci adulti ad essi delegati dal Comitato;

c. promuovere annualmente occasioni di formazione permanente per Capi e curare anche la partecipazione dei Capi a simili occasioni all’estero;

d. promuovere occasioni di formazione per i formatori e per i Capi impegnati in un servizio all’interno delle strutture associative (quadri) a tutti i livelli;

e. organizzare, a livello regionale o interregionale, su schema unitario nazionale, eventi di formazione al ruolo per Capi Gruppo, allo scopo di qualificare il loro servizio di animatori di adulti preferibilmente all’inizio del loro mandato;

f. proporre la nomina dei Capi campo, degli assistant e degli Assistenti ecclesiastici dei CFT – CFM – CAM rispettivamente al Comitato regionale e dei CFA al Comitato nazionale secondo le procedure vigenti;

g. proporre le nomine dei Capi campo degli eventi per soci adulti organizzati dai settori e degli altri eventi formativi associativi.

Sono inoltre compiti degli Incaricati nazionali alla Formazione Capi:

a. formulare, in collaborazione con gli Incaricati al Coordinamento Metodologico, gli Incaricati nazionali alle Branche e ai Settori, ognuno per i livelli ed ambiti di propria competenza, i modelli unitari dei Campi di Formazione Tirocinanti, dei Campi di Formazione Metodologica, Associativa e dei Campi di Aggiornamento Metodologico;

b. formulare, in collaborazione con gli Incaricati regionali alla Formazione Capi, lo schema unitario degli eventi di formazione al ruolo per Capi Gruppo;

c. proporre alla Capo Guida ed al Capo Scout la nomina a Capi dell’Associazione, visto il giudizio del Campo di Formazione Associativa e il parere favorevole dei Responsabili regionali e di Zona;

d. esprimere il proprio parere sulla validità del percorso formativo effettuato da adulti provenienti da altre Associazioni Scout e Guide, non riconosciute dal WOSM e dalla WAGGGS;

e. favorire la formazione metodologica degli Assistenti Ecclesiastici, organizzando appositi Campi di formazione o promuovendo la partecipazione degli Assistenti ad altri eventi formativi offerti dall’Associazione.

Eventi di Formazione Capi in Piemonte

Per quanto riguarda le iscrizioni ai campi di tutta Italia, AGESCI ha scelto di utilizzare buonacaccia.net

Calendario dei campi

Eventi per formatori

  • NTT (nazionale, solo per Capi Campo, Assistant e AE): 19-21 maggio 2017, Bracciano (RM)

 

  • ATT (di Area, per tutti): 17 e 18 febbraio 2018

 

  • RTT (regionale, per tutti): in calendario a settembre 2018

Modulo corretto e aggiornato per la richiesta della Nomina a Capo: clicca qui

La Nomina a Capo è richiesta dalla propria Co.Ca..

Nota bene, al momento della richiesta è necessario:

  1. essere in servizio!
  2. che siano trascorsi almeno 12 mesi dalla partecipazione al Campo di formazione associativa;
  3. poter indicare sulla scheda la partecipazione ad eventi e incontri formativi proposti dall’Associazione ai vari livelli (al di là quindi dei campi di formazione dell’iter) ed anche eventuali occasioni formative esterne all’Associazione;
  4. aver partecipato a momenti di democrazia associativa.

NEWS

Il 20-21 gennaio 2018 occasione formativa per capi sul primo soccorso e tecniche rianimatorie di base con defibrillatore (Basic Life Support Defibrillation - BLSD), con un focus specifico sulle attività scout derivato dall'esperienza dell'attività del settore nautico. Organizza il centro nautico regionale Agesci Piemonte "La Piroga", sul lago di Viverone ...
“Guarda lontano, e quando pensi di avere guardato lontano, guarda ancora più lontano”. Anno scout 2017-2018 Campi di formazione organizzati da AGESCI Piemonte Come iscriversi ai campi Le iscrizioni si fanno tramite il nuovo portale buonacaccia.net, sul quale trovate tutte le istruzioni dettagliate. ...
Il 30 settembre 2017 si svolgerà a Bose (BI) il primo incontro di tre per la formazione dei quadri di Zona,  rivolto a tutti i Comitati di Zona della nostra Regione. Il tema affrontato in questo primo incontro saranno le RELAZIONI, alla base del servizio di quadri di Zona, da riscoprire e rileggere insieme per poter migliorare sempre più la  ...