Protezione civile

È compito del settore Protezione Civile (PC) promuovere azioni finalizzate alla divulgazione della cultura della protezione civile (previsione, prevenzione, soccorso, ritorno alle normali condizioni di vita), secondo i principi indicati nello Statuto Agesci.

Cerchiamo di infondere  nei capi e nei ragazzi la “cultura della prevenzione, della protezione” perché vivano tutte le loro attività nella massima sicurezza, affinché queste non si trasformino da momenti di intensa gioia, in momenti di grande tristezza.

Cerchiamo di infondere nei capi, nei rover e nelle scolte il senso della Protezione Civile: informandoli, formandoli ed addestrandoli all’uso dei dispositivi di protezione individuali, per permette loro di vivere con competenza, e secondo le regole del Gioco “PROTOCOLLO OPERATIVO”, il Servizio richiesto in una eventuale calamità o emergenza.

Incaricato/i regionale/i:

Andrea Maiaris – protezionecivilem@piemonte.agesci.it (+39 347 1670896)

Incaricati di Zona

Zona Canavesana: Responsabili di Zona
Zona Cuneo: Erik Zauli – email: giuseppe.goletto@gmail.com
Zona Vini: Responsabili di Zona
Zona Monviso: Responsabili di Zona
Zona Novara: Responsabili di Zona
Zona Rivoli: Stefano Maiaris – email: ste.maiaris@gmail.com
Zona Torino:  Roberto Massa – email: robertomassa65@gmail.com
Zona Val Susa: Responsabili di Zona
Zona Biella Vercelli: Responsabili di Zona

Il settore Protezione Civile dell’Agesci è nato dopo il terremoto dell’Irpinia (Consiglio Generale 1982) per coordinare ed organizzare l’intervento dell’Associazione durante una calamità/emergenza.

La “Protezione Civile” dopo il Consiglio generale del 2008

Col passare degli anni il nostro settore si è evoluto, fino a voler divenire oggi uno strumento educativo alla protezione civile per tutti i ragazzi/e  i capi/le capo della nostra associazione… pur mantenendo inalterato il servizio verso i più deboli durante le calamità.

L’ Agesci …. è una associazione giovanile educativa che si propone di contribuire alla formazione della persona secondo i principi ed il metodo dello scautismo ideato da Baden Powel adattato ai ragazzi e alle ragazze nella realtà sociale italiana di oggi, il tempo libero nell’attività extra scolastica.

Lo spirito che anima il nostro servizio

I soci adulti dell’Agesci testimoni di Cristo, hanno scelto di servire i fratelli per renderli felici. Durante una calamità-emergenza non possono sottrarsi dal rendersi utili per aiutare gli altri, mettendo a disposizione le proprie competenze.

Cosa ci dice B.P.

Ma per voi scout la cosa  principale da tenere a mente è questa, dovunque vi troviate, e qualunque cosa stiate facendo, dovete sempre pensare  “che genere di incidente potrebbe capitare qui?” e in “questo caso quale sarebbe il mio dovere?”

Da “Scautismo per ragazzi” cap. VIII chiacchierata n°23, parag.,”Siate preparati”

Questa frase  esprime bene il concetto di che cosa è La Protezione Civile; che è sempre, e PRIMA di tutto….

PREVISIONE    –     PREVENZIONE  – SICUREZZA

Carissimi capi, per potere intervenire in una calamità-emergenza la nostra Associazione ci da l’opportunità di coinvolgerci seguendo queste 10 regole d’ORO per mettersi in gioco su questa nuova strada di servizio.

  1. Non sono i singoli ad attivarsi. Ma è sempre l’associazione che interviene, quindi non partire mai da solo ma sempre con una squadra
  2. Prima di partire dopo la fase di allerta mento attendi la fase di attivazione da parte dei canali associativi (capo gruppo, Incaricato di zona Protezione Civile, Incaricato regionale Protezione Civile)
  3. Non partire assolutamente se non sei maggiorenne
  4. Non partire se non sei censito
  5. Quando parti pensa ai rischi che puoi incontrare, scegli gli strumenti più adatti per proteggerti (scarponi, casco, ecc…)
  6. Ad una emergenza si partecipa sempre in perfetta uniforme e con stile scout
  7. Assicurati di aver svolto le formalità a cui sono tenuti i lavoratori dipendenti
  8. Ricordati alla fine di ogni emergenza di farti fare sempre  l’attestato di partecipazione da consegnare al tuo datore di lavoro,  lo stesso, ti servirà per chiedere i rimborsi concessi dalla legge 194
  9. Conserva tutte le pezze delle spese sostenute durante l’intervento
  10. Ricordati che anche nell’intervento di protezione civile siamo volontari e non professionisti;  non facciamo gli EROI ma svolgiamo solo i servizzi che ci sono stati richiesti dai nostri capi squadra o dai coordinatori Agesci che gestiscono l’intervento

NEWS

L'associazione ABC "Amici Base di Cantalupa" in rete con altre associazioni del territorio propone a tutti gli interessati il corso di formazione per l'uso del defibrillatore DAE con rilascio dell'attestato di frequenza, patentino e registrazione presse l'elenco regionale del Piemonte. Il corso ha valenza non solo in ambito scout, ma accresce le ...
Corso di sensibilizzazione alla psicologia dell’emergenza, previsto il giorno 24 febbraio a Fossano, è stato rinviato causa maltempo e difficoltà logistiche. La data sarà recuperata (previsione in aprile). Il corso è tenuto dagli psicologi volontari dell’associazione Psicologi per i Popoli-Piemonte, per approfondire i risvolti psicologici delle ...
Il 20-21 gennaio 2018 occasione formativa per capi sul primo soccorso e tecniche rianimatorie di base con defibrillatore (Basic Life Support Defibrillation - BLSD), con un focus specifico sulle attività scout derivato dall'esperienza dell'attività del settore nautico. Organizza il centro nautico regionale Agesci Piemonte "La Piroga", sul lago di Viverone ...